Un nuovo studio sfata i miti sulla guida con il THC

Persona alla guida di un'auto

Introduzione al THC e alla performance di guida

Recenti scoperte da uno studio condotto a Toronto, Canada, hanno innescato un significativo dibattito sulla relazione tra i livelli di THC nel sangue e la performance di guida. Pubblicata sulla rivista JAMA Network Open, questa ricerca offre una nuova prospettiva sull'argomento lungamente dibattuto del consumo di cannabis e delle abilità psicomotorie.

L'approccio dello studio

I ricercatori dell'Università di Toronto hanno intrapreso uno studio per valutare l'impatto del consumo di cannabis sulla performance di guida. Utilizzando un simulatore di guida, lo studio ha valutato le abilità dei partecipanti alla base e poi nuovamente 30 e 180 minuti dopo aver consumato cannabis. I soggetti, di età compresa tra 65 e 79 anni, hanno fumato cannabis con una potenza media di THC del 19 percento ad libitum prima di sottoporsi alla simulazione di guida.

Risultati sulla performance di guida

Lo studio ha osservato "piccoli cambiamenti nel SDLP (deviazione standard della posizione laterale)" o tessitura, 30 minuti dopo il consumo di cannabis. Questi cambiamenti erano notevolmente meno significativi di quelli osservati nei conducenti con una concentrazione di alcol nel sangue (BAC) inferiore allo 0,05 percento. Interessante notare che, mentre i partecipanti riducevano la loro velocità dopo aver consumato cannabis e erano più inclini ad autovalutare le loro prestazioni come compromesse, i loro tempi di reazione sono rimasti invariati. Entro tre ore, la loro performance di guida simulata è tornata ai livelli di base.

Implicazioni dei risultati

La conclusione principale dello studio era l'assenza di una correlazione tra la concentrazione di THC nel sangue e i cambiamenti nella performance di guida, misurati tramite SDLP o velocità media. Questa conclusione è in linea con le prove emergenti che suggeriscono una relazione non lineare tra i livelli di THC e le capacità di guida. Questa intuizione è critica, poiché mette in discussione le ipotesi prevalenti e i quadri legali che equiparano i livelli di THC con la guida compromessa.

Rivedere i limiti di THC per gli automobilisti

I risultati dello studio contribuiscono a un crescente corpo di ricerca che indica che la presenza di THC o dei suoi metaboliti nel sangue o in altri fluidi corporei non predice una performance di guida compromessa. Ciò ha portato organizzazioni come NORML ad opporsi all'imposizione di limiti di THC per se per gli autisti, sostenendo invece l'uso di tecnologia di performance mobile come DRUID per valutare l'impairment.

    Questo studio pionieristico di Toronto offre un cambio di prospettiva fondamentale nella nostra comprensione del consumo di cannabis e della sicurezza stradale. Evidenziando la mancanza di correlazione tra i livelli di THC nel sangue e l'impairment alla guida, sollecita una rivalutazione della politica attuale sulle droghe e delle pratiche di applicazione della legge relative alla guida sotto l'influenza della cannabis. Man mano che la ricerca continua a evolversi, diventa sempre più importante basare gli standard legali e le misure di sicurezza pubblica su prove scientifiche e una comprensione sfumata degli effetti della cannabis.

    Torna al blog

    Lascia un commento

    Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.

    Robin Roy Krigslund-Hansen

    Robin Roy Krigslund-Hansen

    About the author:

    Robin Roy Krigslund-Hansen è noto per la sua vasta conoscenza ed esperienza nei campi della produzione di CBD e canapa. Con una carriera che si estende per oltre un decennio nell'industria della cannabis, ha dedicato la sua vita a comprendere le complessità di queste piante e i loro potenziali benefici per la salute umana e l'ambiente. Nel corso degli anni, Robin ha lavorato instancabilmente per promuovere la piena legalizzazione della canapa in Europa. La sua affascinazione per la versatilità della pianta e il suo potenziale per una produzione sostenibile lo hanno portato a intraprendere una carriera in questo campo.

    Maggiori informazioni su Robin Roy Krigslund-Hansen

    Prodotti Correlati