Cos'è il cannabidiolo?

57 19, Mercoledì 3 minuti di lettura

Cos'è il cannabidiolo?

Questa è la guida di base per capire cos'è il cannabidiolo

CBD è l'abbreviazione di cannabidiolo. Il CBD è uno dei principali cannabinoidi che si trovano nella pianta della cannabis. La ricerca medica sulla marijuana e sulla cannabis sta attraversando un periodo di forte crescita in tutto il mondo. Molti governi e aziende farmaceutiche stanno studiando i benefici per la salute associati alla cannabis e come il CBD potrebbe aiutare in svariate condizioni di salute.

Il CBD non sballa come il THC. Il CBD è un composto non psicoattivo e non vi farà sentire "sballato" o "stonato" come i prodotti di cannabis che contengono THC. Semmai, il CBD può ridurre gli effetti del THC. Molti pazienti stanno sperimentando l'uso del CBD su ansia, riduzione del dolore, infiammazione, psicosi, spasmi e convulsioni. Esistono centinaia di studi clinici in corso in tutto il mondo su come il CBD possa aiutare a trattare le malattie croniche e aiutare le persone ad abbandonare i prodotti farmaceutici.

Nel nostro corpo, abbiamo un sistema endocannabinoide. Questo è qualcosa che abbiamo tutti noi e non solo le persone che usano prodotti legati alla cannabis! Il sistema endocannabinoide è diffuso in tutto il corpo ed è pieno di piccoli recettori. Quando si assumono prodotti con CBD, esso reagisce con i recettori CB1 e CB2 nel corpo. Quando il cannabidiolo si lega ai recettori dei sistemi endocannabinoidi, produce diverse reazioni chimiche. Sono queste reazioni chimiche che spingono gli scienziati a misurarsi per capire come funziona il CBD con il nostro corpo e i benefici che il CBD potrebbe avere.

Di seguito sono riportati solo alcuni dei numerosi studi in corso sui benefici del CBD.

Il CBD è usato per trattare le convulsioni associate all'epilessia

Uno dei maggiori studi pubblicati sul CBD è uno studio del 2012 pubblicato dalla British Epilepsy Association chiamato ‘Cannabidiol exerts anticonvulsant effects in animal models of the temporal lobe and partial seizures.’ Sostanzialmente, hanno scoperto che il CBD potrebbe aiutare ad abbassare la quantità di crisi che le persone subiscono e la gravità di esse.

Il CBD potrebbe aiutare a contrastare malattie neurologiche come la sclerosi multipla, il morbo di Parkinson e il morbo di Alzheimer

Uno studio del 2006  ha scoperto che il CBD potrebbe aiutare a proteggere le cellule nervose da malattie degenerative come l'Alzheimer. Il CBD salvaguarda il percorso proteico, e questa linea di ricerca è uno degli aspetti più promettenti del CBD.

Il CBD per alleviare il dolore

In tutto il mondo gli scienziati stanno studiando gli effetti del CBD e come può essere utilizzato con antidolorifici come la morfina e altri oppiacei. Uno dei maggiori problemi con il sollievo convenzionale dal dolore con gli oppiacei è la natura che crea dipendenza della medicina. Uno studio del 2015 ha scoperto che non solo il CBD ha contribuito ad aumentare gli effetti del sollievo dal dolore da oppioidi, ma ha anche diminuito gli effetti collaterali come la dipendenza.

Ti terremo aggiornato

Esistono molti altri impieghi del CBD che vengono analizzati ogni giorno. Se sei interessato al CBD, ci sono diversi modi per provarlo da solo. Olio di CBD, unguenti e creme di CBD, CBD e-liquido per vaporizzatori, integratori di CBD e CBD commestibile. È importante controllare sempre lo stato giuridico del CBD nel proprio paese prima di acquistare grandi quantità di CBD.

Il CBD sta stimolando l'innovazione in tutta la comunità scientifica, e qui a Formula Swiss resteremo al passo con tutti gli studi sul CBD.

Formula Swiss
Formula Swiss


Lascia un commento

I commenti verranno approvati prima di essere pubblicati


Anche in Cannabinoidi

Il CBD e le malattie cardiache
Il CBD e le malattie cardiache

42 19, Lunedì 4 minuti di lettura

Leggi di più

Join our our newsletter to get a free welcome gift