Il CBD allevia la nausea

2 minuti di lettura

Il CBD allevia la nausea

La nausea è un fastidio allo stomaco che spesso si presenta prima del vomito. Solitamente accade quando un circuito neuronale nel tronco cerebrale riconosce un agente pericoloso nel sangue umano. Ciò spinge il cervello ad iniziare a sputare per espellere il veleno dal corpo. Tuttavia, occasionalmente è possibile avere la nausea quando non ci sono sostanze tossiche nel corpo. Questa è la situazione degli individui con cinetosi. Inoltre, anche ci sono guide ristoratrici per la malattia e il vomito, e alcune di esse potrebbero non avere alcun risultato per alcune persone.

Come il CBD può alleviare i sintomi della nausea

Dalla rivelazione del meccanismo d'azione dei cannabinoidi, la nostra comprensione del ruolo del sistema endocannabinoide nel controllo della nausea e del rigurgito si è notevolmente espansa.

Come dimostrato da indagini avanzate, il CBD può essere utilizzato per trattare nausea e vomito. Esistono numerosi individui che attualmente utilizzano il CBD per alleviare la nausea e il vomito. Gli studi hanno dimostrato che il CBD è idoneo a sostenere la proteina cannabinoide endogena o normale, chiamata anandamide. I risultati preliminari mostrano che il CBD attiva la 5-idrossitriptamina-1A o semplicemente il 5-HT1A. Questo è un neurotrasmettitore monoamminico, che una volta attivato riduce la sensazione di nausea.

Perché scegliere il CBD?

Per molto tempo, la cannabis è stata utilizzata per tenere a bada la nausea e il vomito in numerose società di tutto il mondo. Diversi individui hanno iniziato ad utilizzare il CBD per trattare la nausea e il vomito, sulla base di risultati preliminari che dimostrano che il CBD attiva un neurotrasmettitore che diminuisce la sensazione di nausea. (1)

Un rapporto del 2012 diffuso sul British Journal of Pharmacology ha rilevato che il CBD ha avuto benefici, tra cui il possesso di effetti anti-nausea e antiemetici quando è stato somministrato ai ratti. (2) Secondo gli analisti, il CBD agisce in modo bifasico, il che implica che a basse dosi sopprime il vomito provocato da avvelenamento, ma in alte concentrazioni può aumentare la nausea o non avere alcun impatto.

A differenza del THC, il CBD non è intossicante. Quando una persona utilizza il CBD, non può ottenere tutti gli effetti positivi senza sballarsi. Questo significa che si può provare ad usare il CBD per eliminare la nausea. Sul mercato esistono molti prodottidi CBD perché è legale per la vendita e non solo, possiede solamente effetti positivi.

Riferimenti

  1. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3423241/
  2. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21827451

Lascia un commento

I commenti verranno approvati prima di essere pubblicati

Join our our newsletter to get a free welcome gift