Si può utilizzare l'olio di CBD per trattare la fibromialgia?

4 minuti di lettura

Si può utilizzare l'olio di CBD per trattare la fibromialgia?

Ci sono molte malattie comuni nel mondo che sono spesso erroneamente diagnosticate o, se diagnosticate correttamente, non possono essere curate. Per queste malattie, solo i sintomi possono essere trattati con le cure e i trattamenti adeguati. L'asma, l'infiammazione e molte altre malattie sono solo alcuni esempi. La fibromialgia è una malattia per la quale non esiste una cura, ma il dolore associato alla fibromialgia può essere controllato e ridotto.

Cos'è la fibromialgia?

Se non conosci questa malattia, cioè la fibromialgia o non ne l'hai mai vista, e sei fortunato. Si tratta di un disturbo cronico associato a forti dolori muscolari e ossei, affaticamento e sensibilità. Ci sono alcuni trigger point nella fibromialgia dove una piccola pressione può anche causare dolore grave. I trigger per la fibromialgia sono: nuca, petto, fianchi, gomiti, ginocchia e spalle. La fibromialgia colpisce i punti di attivazione del corpo e causa dolore costante. Altri sintomi della fibromialgia comprendono affaticamento, mal di testa, ansia, depressione, disturbi del sonno, dolore o debolezza in alcune parti del corpo.

Le ragioni di questo disturbo sono sconosciute, ma alcuni medici ritengono che sia il frutto di un problema relativo al modo in cui il midollo spinale e il cervello elaborano i segnali del dolore nervoso. Non esiste un trattamento permanente per la fibromialgia, ma alcuni farmaci, alcuni cambiamenti nello stile di vita, esercizi e meditazione possono aiutare a ridurre i sintomi del dolore nelle persone. Uno dei trattamenti che alcuni sostengono che riduce il dolore causato dalla fibromialgia è l'uso dell'olio di CBD.

Cos'è l'olio di CBD?

Il CBD o cannabidiolo è un componente che si trova in alcune varietà di marijuana. A differenza di altri composti presenti nella marijuana, il CBD non è psicoattivo, il che significa che non influenza il comportamento di una persona o la sballa. Il CBD sta diventando molto popolare in questi giorni, il che ha portato anche alla legalizzazione della marijuana medica in alcuni paesi per via dei suoi benefici nel trattamento di varie malattie. È stato usato per il dolore e l'infiammazione, gonfiore, epilessia, artrite, asma, ansia, stress e anche per il trattamento di alcuni tipi di cancro.

Il CBD e la fibromialgia

È stato dimostrato che nel corpo umano esiste un sistema chiamato Sistema Endocannabinoide che consiste in recettori e composti simili al CBD che aiutano a regolare il dolore e l'infiammazione, il sonno, l'umore e il sistema immunitario. È responsabile delle attività biologiche dell'organismo che aiutano a mantenere la salute.

La ricerca spiega che una deficienza, cioè la carenza clinica di endocannabinoidi, è responsabile di malattie difficili come la fibromialgia. Il dottor Ethan Russo ha dimostrato che una carenza di alcuni endocannabinoidi può portare a diversi disturbi clinici, compresa la fibromialgia. Egli spiega che alcune malattie seguono un modello che è stato collegato alla carenza di endocannabinoidi. Queste malattie includono fibromialgia, sindrome dell'intestino irritabile ed emicrania. Egli aggiunge che tutte queste malattie sono sindromi iperassiali, il che significa che causano un dolore acuto che non può essere spiegato. Egli suggerisce che rafforzando il sistema endocannabinoide con fitocannabinoidi come il CBD può aiutare a ridurre il dolore associato a queste malattie.

Oltre a questa ricerca scientifica, si possono trovare varie prove aneddotiche che suggeriscono l'uso dell'olio di CBD per la fibromialgia. L'olio di CBD viene utilizzato per i benefici terapeutici nel trattamento del dolore e dell'infiammazione. Uno studio pubblicato nel 2011 ha testato pazienti con fibromialgia che utilizzavano il CBD e pazienti che non utilizzavano il CBD per i trattamenti. Lo studio ha rivelato che gli utilizzatori di CBD che sono portatori di questa malattia hanno trovato una riduzione del dolore e della rigidità, migliorando il rilassamento e il benessere generale.

Un altro studio condotto dalla National Pain Foundation ha rilevato che il 62% dei pazienti affetti da fibromialgia che hanno utilizzato il CBD sono stati alleggeriti dai loro sintomi e che il CBD è molto più efficace e allevia il trattamento della fibromialgia rispetto ad altri farmaci prescritti dalla FDA.

Pazienti con fibromialgia che utilizzano l'olio di CBD.

Tra gli altri dati che descrivono l'efficacia dell'olio di CBD per il trattamento della fibromialgia figurano test di autovalutazione del paziente. Una paziente, Donna Gregory, ha tratto beneficio dall'olio di CBD. Ha usato olio di CBD per via sublinguale ogni 6-8 ore e dopo 24 ore i sintomi del dolore alle gambe sono stati significativamente ridotti. Dice di aver riscontrato risultati simili anche in altri pazienti con fibromiti. Un'altra paziente, Jo Allen, che è un'infermiera, ha anche scoperto che l'olio di CBD è molto efficace e l'ha aiutata a sbarazzarsi di altre pastiglie che garantivano sollievo dal dolore salute in generale.

Anche se molti pazienti hanno tratto beneficio dall'olio di CBD, è necessaria ancora molta ricerca scientifica al riguardo. Gli scienziati dovrebbero essere autorizzati a testare l'olio di CBD per i trattamenti di vari disturbi.

Come utilizzare l'olio di CBD per la fibromialgia

L'olio di CBD può essere utilizzato in diversi modi. Può essere assunto per via orale o in modo topico. L'olio di CBD può essere applicato direttamente sulla pelle dove i pazienti sentono dolore acuto e può essere massaggiato periodicamente per eliminare il dolore associato alla fibromialgia. A parte questo, l'olio di CBD può essere consumato anche in modo sublinguale, il che significa mettere gocce di olio di CBD sotto la lingua. L'olio di CBD può essere consumato anche sotto forma di compresse di CBD. Tutti questi metodi aiutano a ridurre il dolore e l'infiammazione, e la procedura che sceglierai dipende dalle tue preferenze. L'olio di CBD di alta qualità deve essere assunto per ottenere i risultati necessari. Ogni volta che si acquista olio di CBD, occorre tenere conto della quantità e della qualità del CBD contenuto e che non deve contenere THC. Gli oli di CBD senza THC sono estremamente utili nel trattamento di varie malattie e non producono effetti che alterano la mente.

Considerazioni finali sull'olio di CBD per la fibromialgia.

Gli oli di CBD sono considerati utili per il trattamento di malattie e molti pazienti lo usano per cercare di controllare il dolore e altri sintomi, ma la ricerca scientifica in questo settore è vitale per fornire prove definitive sull'efficacia dell'olio di CBD. Tuttavia, molte persone amano consumare olio CBD, per cui in diversi paesi si stanno facendo molte battaglie per legalizzare la cannabis. Legalizzando la marijuana medica, i pazienti potranno acquistare facilmente l'olio di CBD e gli scienziati potranno anche condurre ricerche sul CBD.

Bibliografia

https://www.medicalnewstoday.com/articles/321501.php
https://www.healthline.com/health/fibromyalgia

 

 


Lascia un commento

I commenti verranno approvati prima di essere pubblicati

Join our our newsletter to get a free welcome gift