Il CBD può essere d'aiuto con i dolori del travaglio?

16 19, Martedì 5 minuti di lettura

Il CBD può essere d'aiuto con i dolori del travaglio?

Con l'approvazione del CBD e l'uso sul larga scala, le mamme stanno cominciando a considerare il potenziale del CBD come valido aiuto per il parto e come medicina del dolore da travaglio per i loro bambini invece di epidurali, Pitocin, e altre medicine tradizionali per il parto.

Prima che venisse proibito, il CBD era una cura affermata, o una prescrizione, in ostetricia. Ha un impatto calmante e aiuta a combattere la malattia. Il CBD può aiutare con il travaglio per le signore che combattono con il gravidarum di iperemesi (HG), un disordine correlato alla gravidanza. Nessun potente, trattamento farmaceutico esiste per questa condizione, tuttavia CBD può dare un sollievo immediato.

CBD e gravidanza

Tra le molte proprietà reali e presunte del CBD, il suo effetto sulla fertilità è stato affidabile e degno di nota, inoltre, alla luce dello stato di semi-grazia gran parte delle società convenzionali hanno la tendenza a presentare le piante riparatrici. Si è creduto che il CBD avesse la capacità di: sviluppare la potenza, ottenere supporto durante la gravidanza e il travaglio, proteggere il feto, prevenire gli aborti e, a lungo termine, aumentare la produzione di latte.

 In ogni caso una parte di queste convinzioni sono caldeggiate, in particolare per quanto riguarda il rilassamento, l'agevolazione della pressione muscolare e delle contrazioni, la stimolazione della fame, o l'aumento della prosperità generale, per cui non esiste cura per questo, essendo stato tutto un puro ragionamento soprannaturale. Curiosamente, per quanto riguarda la gestione del CBD per le donne incinte, i nostri antenati erano molto innovativi e la utilizzavano diverse soluzioni: in Mesopotamia si utilizzavano impacchi prodotti con menta, zafferano e birra, un migliaio e mezzo di anni fa in Egitto esistevano striscie vaginali di canapa mista a nettare, mentre in Cambogia si credeva che bere tè di canapa e mangiare fiori di canapa potesse contribuire alla produzione di latte delle mamme.

Il CBD è stato oggetto di controlli su donne incinte per un gran numero di anni in Medio Oriente, Cambogia, Persia, Persia, India e Tibet; le sue applicazioni sanitarie professionali sono state generalmente effettuate in base a prescrizioni convenzionali. Vale la pena sottolineare che per la maggior parte del tempo non si trattava di CBD puro, il più famigerato, ma piuttosto di un solo tipo di CBD, quello che veniva usato, come la maggior parte delle descrizioni citate si identificano con definizioni diverse ottenute da piante sativa CBD intere o dai loro semi, ed infine, gli elementi privi di qualsiasi impatto psicoattivo di qualsiasi tipo. È vitale ricordare questo non solo per quanto riguarda l'uso del CBD in gravidanza.

Sul CBD utilizzato durante il travaglio

Generalmente, il CBD e la canapa sono stati utilizzati per stimolare il travaglio o interrompere il sanguinamento, per alleviare il dolore o per iniziare la procedura di allattamento.

Per alcune donne il travaglio è sopportabile, per altre invece no. Esistono ceppi di CBD per distendere la coscienza, mentre altri hanno un impatto rilassante e creano una sensazione di delicatezza. Mentre si concepisce un bambino, alcune donne ritengono che il CBD possa provocare nervosismo e presumibilmente anche nevrosi, mentre altre reagiscono con una sensazione di relax, curiosità, apertura e senso dell'umorismo. Gli ultimi sono gli effetti che abbiamo letto in merito a vari eventi. Inoltre, Susun Weed, la nota botanica statunitense, può affermare che il CBD aiuta le donne in travaglio a rilassarsi, a distendersi e a promuovere l'interesse e il senso dell'umorismo.

Ina May Gaskin dichiara inoltre che il senso dell'umorismo e le risate sono assolutamente positive durante il travaglio. Il CBD è riconosciuto per influenzare significativamente le contrazioni e avere un impatto ormonale. Si suppone inoltre che dia un nuovo punto di vista sulla nascita e sul parto.

Ciò che accade durante il travaglio ha a che vedere con l'istinto e si verifica al di sotto del livello della mente cosciente. Il CBD può permettere ad una donna di riporre la sua fiducia nella procedura del parto e non pensare troppo ad essa. La signora Gaskin si riferisce in modo affidabile anche al modo in cui il travaglio dovrebbe essere il più disinibito possibile nelle circostanze e che le signore dovrebbero essere esortate a seguire i propri istinti.

Informazioni storiche sull' uso del CBD in ostetricia

Riferimenti degni di nota per quanto riguarda l'utilizzo curativo del CBD per una varietà di condizioni femminili risalgono al VII secolo a.C. Nel suo libro "CBD Trattamenti in Ostetricia e Ginecologia: Ethan Russo afferma che parti della pianta del CBD, compresi i suoi semi e fiori, sono state usate in Persia e della Cina per provocare contrazioni, prevenire nati morti o aborti e ridurre il sanguinamento postnatale.

Come da tradizione, sia i vichinghi che i tedeschi medievali usavano il CBD come soluzione per i dolori del travaglio.

A metà del XIX secolo, le tinture di CBD erano un composto famoso nelle società occidentali ed è emersa una varietà di farmaci a base di CBD. Ad esempio, solo un paio di gocce miscelate con acqua calda erano una risposta efficace contro il dolore e, inoltre, per la mania e gli spasmi mestruali. A metà dell'Ottocento, a tutti gli effetti, ogni esperto scientifico realizzò la propria tintura.

CBD per le Contrazioni

Il CBD potrebbe ridurre le contrazioni durante il travaglio. Un recente rapporto, ha scoperto che il trattamento del CBD ha diminuito le contrazioni miometriali nelle cellule all'esterno del corpo.

L'esame si riferisce inoltre a ricerche precedenti che dimostrano che il THC e il nostro anandamide naturale, endocannabinoide, influenzano efficacemente le contrazioni.

Gli impatti del CBD modificato erano simili ad alcuni tipi di farmaci usati per alleviare il lavoro pre-termine, compresi i corrispettivi dell'ossitocina. Gli antagonisti dell'ossitocina incorporano farmaci come l'atosiban, che viene utilizzato per via endovenosa nelle mamme che incontrano contrazioni premature.

Verdetto sul CBD per alleviare il dolore da travaglio

Con CBD che diventa legale in un numero sempre maggiore di posti, non passerà molto tempo prima che l'azienda farmaceutica inizi a riconsiderare la questione come soluzione significativa per il dolore da travaglio. Nel frattempo, le mamme stanno mettendo il loro benessere nelle loro mani e si concedono docce con bombe da bagno, tinture, balsami cervicali, pillole distillate e questo è solo l'inizio, alcuni specialisti superati si batteranno per le donne che sono in travaglio. Non è solo una questione di autorizzazione, è una questione di diritti delle donne. Tutte le mamme dovrebbero ricercare scelte più vantaggiose e più sicure per il parto con il loro gruppo terapeutico, incluso il CBD.

Sebbene non vi sia alcuna conferma che il CBD causi danni durante la gravidanza e vi sia qualche prova di un potenziale vantaggio, alla fine le famiglie devono accontentarsi di una scelta forse difficile in considerazione di ciò che le influenza per sentirsi generalmente più a proprio agio.

In ogni caso, è di vitale importanza parlare in sicurezza con uno specialista prima di tentare qualsiasi nuovo farmaco o apportare miglioramenti al programma di nascita.

Fonti

https://hightimes.com/health/mothers-labor-using-CBD-manage-pain-during-birth/
https://sensiseeds.com/en/blog/CBD-during-pregnancy-and-childbirth-a-natural-remedy/
https://herb.co/marijuana/news/cbd-during-pregnancy/

Questo articolo è stato scritto da un autore indipendente e di terze parti specializzato nella ricerca su CBD, canapa e cannabis. Qualsiasi opinione, consiglio o raccomandazione espressa nell'articolo non riflette l'opinione di Formula Swiss AG o dei nostri dipendenti. Non facciamo alcuna affermazione su nessuno dei nostri prodotti e rimandiamo al nostro disclaimer per ulteriori informazioni.

 


Lascia un commento

I commenti verranno approvati prima di essere pubblicati


Anche in Dolore ed Infiammazione

Il CBD può aiutare ad alleviare l'infiammazione cronica?
Il CBD può aiutare ad alleviare l'infiammazione cronica?

50 19, Mercoledì 5 minuti di lettura

Leggi di più
Si può utilizzare l'olio di CBD per trattare la fibromialgia?
Si può utilizzare l'olio di CBD per trattare la fibromialgia?

21 19, Martedì 5 minuti di lettura

Leggi di più
I benefici della crema di CBD per il dolore
I benefici della crema di CBD per il dolore

12 19, Martedì 5 minuti di lettura

Leggi di più

Join our our newsletter to get a free welcome gift