Il CBD può aiutare le persone affette da ADHD?

4 minuti di lettura

Il CBD può aiutare le persone affette da ADHD?

Nel caso in cui soffriate di ADHD, probabilmente avete sentito parlare di come gli articoli con CBD possono essere estremamente vantaggiosi per il vostro stile di vita. Indipendentemente dal fatto che tu non abbia l'ADHD, probabilmente avrai capito come certe voci sul CBD siano straordinarie per coloro che hanno l'ADHD. Il CBD ha molti, moltissimi benefici, e la capacità di trattare le problematiche, com ad esempio, l'attenzione e il malessere sono solo alcuni di essi.

C'è una tale quantità di dati e una parte considerevole di questi potrebbe non essere corretta. È logico sbagliarsi, soprattutto quando si parla dei vantaggi reali che il CBD potrebbe offrire agli individui che soffrono di ADHD. Siamo qui per semplificarvi le cose. Abbiamo separato tutto quello che dovete pensare alle relazioni tra ADHD e CBD, e inoltre abbiamo raccolto alcune risposte alle domande più frequenti che le persone si pongono su questo argomento.

Cos'è il CBD?

Il CBD, un cannabidiolo, è solo una delle 113 sostanze chimiche cannabinoidi che si trovano nella cannabis. Molto probabilmente conoscete il THC, un componente che produce effetti psichedelici e fornisce uno sballo agli individui che lo fumano, lo consumano o lo ingeriscono. Il CBD non è così. In realtà, il CBD non è imparentato con il THC e non ti fa sballare in nessun modo. Potresti usare qualcosa come l'olio CBD ed essere attivo al 100%.

Poiché il CBD così come l'olio di CBD non ti sballa, non dovrai stressarti per la sensazione di "couch lock" o qualsiasi altro tipo di impatto negativo che il THC potrebbe causarti. Ancora una volta: Il CBD non è THC.

In realtà, il CBD è legale e può essere acquistato dappertutto. Avete visto quelle linee di creme della canapa o gli integratori nel negozio di alimentari di quartiere? Probabilmente, quelli possiedono del CBD nella loro composizione hanno qualche limite. Dal momento che non sballa, è legale!

ADHD

Il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività comunemente noto come ADHD è una condizione psicologica cronica che determina l'incapacità di concentrazione, trascuratezza, iperattività e impulsività. Mentre la stragrande maggioranza delle persone pensava ad uno stato di salute dei giovani e dei giovani adulti, le conoscenze attuali dimostrano che il 5% degli adulti in tutto il mondo è vittima di questo disturbo che limita estremamente la loro vita quotidiana e può causare problemi di salute psicologica più gravi se non viene curato. L'ADHD è noto per essere causato da un'insufficienza di dopamina nel cervello, e i farmaci tradizionali richiedono l'utilizzo di stimolanti potenti per aiutare ad aumentare i livelli di dopamina. A causa della sua propria capacità di sviluppare questi livelli, la marijuana medica si è rivelata una valida opzione che contrasta con gli stimolanti nocivi attualmente consigliati.

Il CBD può essere utilizzato per trattare l'ADHD?

Nel caso in cui effetuate una ricerca su internet, "in che modo il CBD può essere utilizzato per l'ADHD", troverete una grande quantità di soluzioni, la maggior parte delle quali proviene da chat room o da osservazioni informali sulle pagine dei siti. Ci sono molte persone che raccontano storie di autosedazione con i prodotti a base di cannabis. Esiste una qualche conferma del fatto che funzionano veramente? In questo caso ci sono pochissime ricerche, ma non sono pochi quelli che guardano alle relazioni tra i cannabinoidi e l'ADHD.

Un esame divulgato dal Clinical Nuclear Medicine ha espresso che l'ADHD e la tossicodipendenza vanno a braccetto di tanto in tanto. Gli esami effettuati in passato dimostrano che i due disturbi comportano una differenza nella densità del trasportatore di dopamina nel cervello. Gli esperti in questa indagine hanno dovuto esaminare la densità del trasportatore di dopamina in quattro gruppi di porcellini d'India: ADHD senza tossicodipendenza, ADHD con tossicodipendenza, solo tossicodipendenza, e né ADHD né la tossicodipendenza. Le cavie erano 64 ragazzi giovani. I risultati hanno dimostrato che le cavie che soffrivano di ADHD e tossicodipendenza presentavano livelli ridotti di densità del trasportatore della dopamina nel cervello. Gli analisti hanno dedotto che la cannabis e l'uso di cocaina potrebbero essere responsabili dei risultati, e vorrebbero capire perché gli adolescenti si impegnino ad autosedarsi.

I bambini con ADHD possono essere trattati con il CBD?

Prove consistenti suggeriscono che i potenziali sintomi derivanti dall'utilizzo del CBD sono più insoddisfacenti nei giovani e possono superare i vantaggi potenziali.

Il cervello di un bambino non è ancora completamente sviluppato. L'uso del CBD potrebbe bloccare il progresso neurologico, provocando impatti psicologici antagonistici.

I bambini e gli adolescenti che assumono CBD possono probabilmente ricorrere anche a diversi farmaci.

Alcune persone si interessano dell'uso del CBD nei giovani con ADHD, alla luce delle testimonianze raccolte dal loro stesso interessamento. Potrebbero aver seguito un giovane o un bambino che reagisce in modo eccellente, con una diminuzione degli effetti collaterali dell'ADHD.

Tuttavia, indipendentemente dal fatto che le persone osservino o meno risultati significativi, è previsto che una conferma più ampia sostenga che il CBD sia adatto al consumo da parte di bambini e adulti. Fino a quel punto, curare i bambini con il CBD sarà pericoloso.

Quanto CBD si deve assumere per l'ADHD?

Per quanto riguarda l'uso del CBD per il trattamento dell'ADHD e di uno squilibrio mentale, la domanda è, quanto ne devo assumere? La risposta più veloce è di iniziare moderatamente (con livelli contenuti) e aumentare gradualmente la quantità fino a quando i risultati desiderati e i sollievi adeguati non vengono raggiunti.

Svariate fonti dicono comunque da 1 a 2 gocce di olio di CBD (da 1 a 2 volte al giorno). Nel caso in cui ciò non dovesse dare sollievo sufficiente, aumentare gradualmente la quantità da 1 a 2 gocce (ogni 1-2 settimane).

Verdetto

La CBD può collaborare con altri farmaci accessibili, ma poche persone garantiscono che possa migliorare o eliminare la necessità di farmaci convenzionali.

Attualmente, gli scienziati non possono concludere che la marijuana abbia un impatto positivo o negativo sugli individui con ADHD, e in particolare sui giovani.

Da esami futuri si potrebbe dimostrare che il CBD allevia gli effetti collaterali, ma sono necessarie ulteriori ricerche prima che il CBD possa essere utilizzato come trattamento per l'ADHD.

Riferimenti

https://www.medicalnewstoday.com/articles/315187.php
https://cannabismd.com/cbd-add/articles-add/truth-treating-add-adhd-cbd-oil/


Lascia un commento

I commenti verranno approvati prima di essere pubblicati


Anche in Disturbo da Deficit di Attenzione

Il CBD può aiutare a migliorare la concentrazione?
Il CBD può aiutare a migliorare la concentrazione?

5 minuti di lettura

Leggi di più
Il CBD potrebbe trattare l'ADHD
Il CBD potrebbe trattare l'ADHD

2 minuti di lettura

Leggi di più

Join our our newsletter to get a free welcome gift