Crisi Epilettiche

Il CBD aiuta con le crisi epilettiche

Il CBD aiuta con le crisi epilettiche

Gli analisti hanno rivelato i risultati degli studi randomizzati e controllati di pazienti con tipologie di epilessia difficili da trattare: il disturbo di Dravet, un raro problema ereditario che causa gravi crisi epilettiche nei neonati, e il disturbo di Lennox-Gastaut (LGS), responsabile del 2-5 per cento delle crisi epilettiche giovanili e causa di diversi tipi di attacchi. Entrambe le condizioni sono difficili da trattare e le crisi possono durare a lungo.

In entrambe le ricerche, il trattamento consisteva nell'assumere 20 mg/kg (peso) di CBD ogni giorno nei pazienti o nei loro parenti, chiamando ogni notte un numero di telefono specifico per segnalare l'andamento delle crisi.

Disturbo del Dravet: In questa ricerca randomizzata su 120 bambini (in media 10 anni) affetti dal disturbo del Dravet, 61 hanno ricevuto il CBD e 59 hanno ricevuto un trattamento simulato. I pazienti sono stati inseriti con la condizione di avere avuto non meno di quattro crisi nel periodo standard di 28 giorni prima dell'inizio del trattamento. I membri hanno già avuto una media di quattro DAE e attualmente ne stanno riscontrando una media di tre. Nove pazienti del gruppo con CBD e tre del gruppo con placebo sono stati ritirati prima del previsto per una serie di ragioni che vanno dalle reazioni di impotenza alle visite generali a specialisti.

Dopo 14 settimane, i pazienti sottoposti a CBD hanno visto una diminuzione complessiva del 39% nella ricorrenza delle crisi, in contrasto con una diminuzione del 13% nei pazienti con trattamento simulato. Le convulsioni sono cessate completamente in tre pazienti affetti da CBD. Gli episodi antagonistici si sono verificati nel 93% dei pazienti affetti da CBD e nel 75% dei pazienti sottoposti a trattamenti falsi, tra cui languore, diarrea, diminuzione del desiderio, stanchezza, febbre, eccessiva salivazione, pigrizia, malattie delle vie respiratorie superiori e tremori. Vere e proprie manifestazioni negative, che comprendevano una diminuzione della capacità epatica, del languore e della perdita di appetito, sono apparse nel 16 per cento dei pazienti che hanno assunto CBD (l'8 per cento era considerato correlato al trattamento) e nel 5 per cento dei pazienti che ricevevano un trattamento simulato. In un diverso rapporto sui benefici del CBD, 34 pazienti con disturbo di Dravet (da 4 a 10 anni di età) sono stati randomizzati per consumare CBD (5, 10 o 20 mg / kg / giorno) o un trattamento simulato. I sintomi più comuni nei pazienti con CBD a differenza di quelli che hanno assunto il trattamento simulato sono stati: affaticamento (19% vs. 14%); febbre (22% vs. 0%); diminuzione del desiderio (19% vs. 0%); e letargia (15% vs. 0%). "Abbiamo scoperto che il CBD è un trattamento sicuro, tuttavia, come spesso accade con i farmaci, ci possono essere interazioni avverse con altri farmaci antiepilettici", ha affermato il Dr. Thiele. "Stiamo comunque cercando di capire come usare il CBD insieme a diversi farmaci. Ad esempio, i pazienti dovrebbero essere controllati attentamente, anche sottoponendosi ad esami epatici di routine, quando si provano diverse combinazioni con altri farmaci".

Disturbo di Lennox-Gastaut (LGS): in questa ricerca randomizzata su 171 giovani e adulti (2-55 anni di età) con LGS, 86 hanno ricevuto il CBD e 85 hanno ricevuto un trattamento simulato. 14 pazienti con CBD e un paziente con trattamento simulato si sono ritirati prima del previsto per una serie di ragioni, che vanno dalle reazioni di impotenza alle visite specialistiche generali. I pazienti sono stati sottoposti alla ricerca a condizione che avessero avuto non meno di due crisi di svenimento in cui hanno perso il controllo muscolare e sono caduti a terra nella settimana prima dell'inizio dell'esame. I pazienti sono stati sottoposti a trattamento con un valore di sei DAE prima dello studio e hanno continuato a rilevare un valore di tre DAE durante l'esame.

Dopo 14 settimane, i pazienti con CBD hanno registrato una diminuzione del 44 per cento e, in generale, la ricorrenza delle crisi, a differenza del 22 per cento dei pazienti con trattamento falso. Le crisi epilettiche sono cessate del tutto in tre pazienti con CBD.

Fonti

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24237632

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22696383

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=Cannabidiol%3A+Pharmacology+and+potential+therapeutic+role+in+epilepsy+and+other+neuropsychiatric+disorders

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28367124

Questo articolo è stato scritto da un autore indipendente e di terze parti specializzato nella ricerca su CBD, canapa e cannabis. Qualsiasi opinione, consiglio o raccomandazione espressa nell'articolo non riflette l'opinione di Formula Swiss AG o dei nostri dipendenti. Non facciamo alcuna affermazione su nessuno dei nostri prodotti e rimandiamo al nostro disclaimer per ulteriori informazioni.

39 19, Lunedì

Leggi di più

Join our our newsletter to get a free welcome gift