L'olio di CBD può curare il cancro della pelle?

5 minuti di lettura

L'olio di CBD può curare il cancro della pelle?

Non siamo nuovi ai benefici strabilianti offerti dall'olio di CBD. Svariati studi dimostrano che il CBD può essere utilizzato nel trattamento di molte malattie, tra cui il dolore, l'infiammazione, il diabete, la nausea e il vomito indotti dalla chemioterapia e il cancro. Sì, il cancro, l'uso dell'olio CBD ha curato il cancro in molti pazienti, in particolare il cancro della pelle.

Anche se l'utilizzo dell'olio di CBD per la cura del cancro è ampiamente dibattuto a causa del fatto che gli scienziati si sono limitati ad eseguire esperimenti con olio di CBD su pazienti affetti da cancro e non hanno trovato alcuna prova significativa. Tuttavia, gli studi condotti sugli animali rivelano che il CBD può dimostrarsi una buona alternativa per la cura del cancro. Inoltre, l'olio di CBD non ha realmente nessun effetto collaterale per i pazienti affetti dal cancro, e quindi le persone affette da cancro sono disposte ad utilizzare il CBD per avere una possibilità di liberarsi di questa condizione.

Olio di CBD per il cancro

In ogni caso, il dibattito sull'uso dell'olio di CBD per limitare il cancro non è recente. Tutto è iniziato nel 2008 quando su YouTube è stato pubblicato un documentario intitolato "Run from the cure", che racconta la storia di Rick Simpson, paziente affetto da cancro alla pelle. Nel 2003, a Rick Simpson è stato diagnosticato un carcinoma basocellulare, un tipo di cancro della pelle. Aveva 3 macchie di cancro sul suo corpo, dopo aver subito un intervento chirurgico e non ottenendo risultati soddisfacenti, aveva intenzione di provare qualcosa di diverso. Aveva sentito dire che l'Università della Virginia aveva scoperto che il cannabinoide nella pianta di cannabis THC può curare il cancro nei topi, e quindi ha pensato "perché non provarlo?". Poi ha usato l'olio di CBD per curare il suo cancro. Ha applicato l'olio di CBD sulle bende, l'ha messo sulle macchie di cancro e l'ha coperto per 4 giorni. Quando si è tolto le bende, ha visto che il cancro non c'era più. Ma i medici non erano disposti a credergli. Lasciandosi alle spalle tutto questo, cominciò a produrre il suo olio di CBD e lo offrì ai pazienti che ne avevano bisogno. Ci sono molti pazienti che sostengono di essere stati guariti dal cancro applicando l'olio di CBD sulla loro pelle. Questo è il motivo per cui il fatto che l'olio di CBD curi o meno il cancro è oggetto di discussione.

Nonostante i pazienti sostengano che l'olio del CBD abbia guarito il loro cancro, tuttavia il modo in cui il CBD o il THC lavora per curare il cancro è ancora incomprensibile. Nel corpo umano ci sono molte cellule e in ogni cellula c'è una famiglia di sfingolipidi interconvertibili che controlla la vita e la morte delle cellule. Questa forma di elementi è chiamata Sphingolipid Rheostat. Se la ceramide endogena è alta nel corpo allora la morte cellulare chiamata apoptosi si avvicina. Se la ceramide è bassa allora le cellule sono forti nelle loro energie. In parole povere, quando il THC, un composto trovato nell'olio di CBD, reagisce con l'area del recettore dei cannabinoidi CB1 e CB2 sulla cellula tumorale, la formazione di ceramide aumenta e provoca la morte delle cellule tumorali e limita anche un'ulteriore mutazione delle cellule cancerose. Le cellule sane normali non producono ceramide nel THC, quindi le cellule sane rimangono inalterate dai cannabinoidi.

L'olio di CBD possiede proprietà anti-proliferative

Fondamentalmente, i cannabinoidi presenti nelle piante e negli estratti di cannabis sono anti-proliferativi, cioè bloccano la diffusione e la moltiplicazione delle cellule cancerogene e del tumore. Recenti ricerche presso l'Università Complutense di Madrid nel 2012 hanno scoperto che l'olio di CBD ha un effetto antimetastatico nelle cellule tumorali. La metastasi è un processo in cui le cellule tumorali migrano da una parte all'altra del corpo e sviluppano un nuovo tumore, lasciando la sede originaria del tumore. L'olio di CBD ha bloccato le metastasi.

L'olio di CBD limita l'angiogenesi

Inoltre, uno studio della Vanderbilt University ha dimostrato che il CBD non psicoattivo è anche antiangiogenico. Ciò significa che il CBD inibisce l'angiogenesi. L'angiogenesi è un processo che rifornisce di sangue un tumore. In questo modo, il tumore diventa sempre più grande fino a quando non sopprime le normali funzioni dell'organismo.

L'olio CBD inibisce l'apoptosi

Inoltre, uno studio pubblicato nell'European Journal of Pharmacology nel 2013, ha rivelato che l'anandamide AEA, un cannabinoide naturalmente presente nell'organismo, limita la crescita delle cellule del melanoma in vitro. Il CBD reagisce con il sistema endocannabinoide allo stesso modo dell'AEA quando viene assunto l'olio di CBD. Così il CBD è in grado di fermare la diffusione di cellule cancerose. Un altro studio del 2013 pubblicato sul Journal of Pharmacy and Pharmacology ha mostrato una diminuzione del 90% delle cellule tumorali della pelle nei topi che hanno usato cannabinoidi sintetici.

Uno studio più recente, pubblicato nel 2014 sul Journal of Life Sciences, che ha condotto uno studio per verificare se il THC uccida o meno le cellule di melanoma indotte nei topi. A questo scopo, i ricercatori hanno applicato del THC tetraidrocannabinolo ai topi. Il THC è il principale elemento psicoattivo della cannabis. Poi hanno confrontato questi topi con topi normali. Con loro grande sorpresa, la dimensione delle cellule tumorali della pelle è stata significativamente ridotta. Così i ricercatori hanno concluso che i cannabinoidi esogeni possono essere usati per curare il melanoma. Con cannabinoidi esogeni, si intende che i cannabinoidi esterni come il CBD o il THC. Il CBD e il THC sono stati molto utili nel trattamento del cancro della pelle nei topi. Tuttavia, questa ricerca è stata un piccolo esperimento e si discute ancora se possa essere utilizzata sugli esseri umani o meno.

L'olio di CBD può curare il cancro della pelle

Sebbene siano state condotte molte ricerche a favore dell'olio di CBD per curare il cancro, gli scienziati non sono ancora molto soddisfatti o non vogliono studiare gli effetti anti-cancerogeni dell'olio di CBD a causa della legge. Tuttavia, ci sono molte persone che stanno facendo del loro meglio per trarre dei benefici dall'olio di CBD.

Rick Simpson verrà sempre ricordato come uno dei protagonisti di questa grande scoperta. Anche se l'olio di CBD non viene prescritto da medici professionisti, Rick Simpson coltiva la propria cannabis ed estrae l'olio CBD e la distribuisce a chiunque ne abbia bisogno. Considerando il fatto che l'olio di CBD previene e uccide le cellule tumorali e mantiene le cellule sane in condizioni normali, non è una cattiva idea applicare l'olio di CBD al tessuto tumorale. Valutando i benefici dell'olio di CBD con gli effetti collaterali, i pazienti affetti da cancro lo considerano una buona alternativa per curare il loro cancro.

Bibliografia

https://www.cureyourowncancer.org/how-cannabis-oil-works.html
https://www.cannabiscure.info/cannabis-oil-treatment-for-skin-cancer/
https://www.cureyourowncancer.org/rick-simpson.html
https://herb.co/marijuana/news/skin-cancer


Lascia un commento

I commenti verranno approvati prima di essere pubblicati

Join our our newsletter to get a free welcome gift