Cos'è la canapa?

3 minuti di lettura

Cos'è la canapa?

La canapa ha fatto parte della nostra cultura per più di 10.000 anni.

La canapa è una delle colture domestiche più antiche conosciute dall'uomo e si pensa che abbia avuto origine nell'Asia meridionale o centrale.

La canapa è una delle fibre morbide naturali più resistenti, più durevoli e naturali del pianeta. È stata usata per carta, carburante, olii, medicina, abbigliamento, alloggi, plastica, corda e persino cibo per migliaia di anni. Infatti, la Columbia History of the World afferma che la reliquia più antica dell'industria umana sia costituita da un frammento di tessuto di canapa risalente a circa 8.000 a.C.

Per questo motivo, la canapa ha una grande varietà di usi. Un fatto interessante da tenere a mente è che la canapa è stata considerata anche una moneta a corso legale (denaro), in quanto le persone sono state in grado di pagare le tasse con la canapa per oltre 200 anni in America. La canapa era così preziosa che gli agricoltori sono stati a volte multati o addirittura arrestati per non aver coltivato cannabis sia in America che in Inghilterra. 

La canapa non è marijuana. La marijuana non è canapa

Marijuana e canapa sono due diverse forme di cannabis. Ognuna di esse ha usi e benefici diversi.

Una delle prime differenze di come si devono distinguere tra canapa e marijuana è il fatto che la marijuana è di solito usata solo a scopo ricreativo, spirituale e medico. Molti la usano per scopi psicoattivi ("sballo") o per effetti e benefici non psicoattivi a seconda del contenuto di cannabinoidi.

La canapa, d'altra parte, ha naturalmente una quantità molto elevata di cannabidiolo (CBD) nella maggior parte dei casi e solo una quantità minima di tetraidrocannabinolo (THC). Fortunatamente, il profilo cannabinoide della canapa è ideale per chi cerca benefici dalla cannabis senza gli scopi psicoattivi ("sballo").

La canapa viene utilizzata per produrre integratori a base di erbe, alimenti, fibre, corde, carta, mattoni, olio, plastica naturale e molti altri usi e vantaggi industriali e ambientali nel corso della storia.

Nell'ultimo decennio, i ricercatori si sono interessati sempre più ai benefici medici di un altro composto presente in entrambe le piante, noto come cannabidiolo (CBD). Il CBD è un componente non psicoattivo della pianta di cannabis, ma è noto per essere di ausilio in una miriade di condizioni mediche.

È importante sapere che, sebbene il THC e il CBD siano i componenti più studiati della cannabis, ci sono molti altri composti chimici presenti nella pianta, come il cannabigerolo (CBG), il cannabichromene (CBC), cannabidivarin (CBDV), tetraidrocannabivarin (THCV), terpeni e flavonoidi. Mentre c'è ancora molto da imparare su queste altre sostanze chimiche, i ricercatori hanno scoperto che gli estratti di cannabis vegetali integrali che contengono queste altre sostanze chimiche sono più vantaggiosi degli estratti isolati che contengono solo CBD o THC.

È tutta cannabis.

Scientificamente, la canapa industriale e la marijuana sono le stesse piante, con un genere e un nome di specie di Cannabis sativa. Hanno un profilo genetico drasticamente diverso però.

Il motivo per cui canapa e la marijuana in genere vengono confuse è perché entrambe provengono dalla stessa specie vegetale, la Cannabis sativa L.

Sebbene sia la canapa che la marijuana abbiano sesso maschile e femminile, il sesso della pianta femminile è quello che distingue principalmente la canapa dalla marijuana. Nella pianta di marijuana, le piante femminili producono le gemme e i fiori da consumare per ottenere effetti psicoattivi o non psicoattivi. Con la canapa, invece, le piante femminili mettono a nudo i semi e hanno fibre forti, che è ciò per cui la canapa viene principalmente utilizzata. Per questo motivo, la canapa viene utilizzata principalmente per scopi industriali e commerciali.

La canapa industriale è sempre un ceppo di Cannabis sativa, mentre la marijuana può essere Cannabis sativa, Cannabis indica, o Cannabis ruderalis. La differenza principale è il modo in cui la canapa industriale viene coltivata rispetto ad una forma di marijuana di Cannabis sativa. Tipicamente parlando, la canapa industriale è molto fibrosa, con steli lunghi e resistenti, e non ha boccioli in fiore, mentre una varietà di Cannabis sativa di marijuana sarà più piccola, cespugliosa e piena di boccioli in fiore. Tuttavia, le nuove varietà industriali di canapa in Svizzera vengono allevate per avere più fiori e maggiori rese di cannabinoidi e terpeni.

Per intenderci, la marijuana può avere dal 5% a oltre il 20% di contenuto di tetraidrocannabinolo (THC) che è il componente attivo psicoattivo ed illegale della pianta, mentre la canapa ne contiene solo dallo 0,3% all'1,5% di THC, che lo fa rientrare nei limiti di legge.


Lascia un commento

I commenti verranno approvati prima di essere pubblicati


Anche in Canapa

ACDC
ACDC

4 minuti di lettura

Leggi di più
Katelyn Faith
Katelyn Faith

4 minuti di lettura

Leggi di più
Harlequin
Harlequin

4 minuti di lettura

Leggi di più

Join our our newsletter to get a free welcome gift