Asma

Come utilizzare il CBD per l'asma

Come utilizzare il CBD per l'asma

L'uso della marijuana medica ha garantito enormi vantaggi nel campo della medicina. La cannabis è così popolare e conosciuta in questi giorni tra i vari paesi del mondo per via delle infinite discussioni sulle sue virtù e qualità principali e potenziali. Come dimostrano numerosi studi, il CBD può essere utile nel trattamento di malattie come il diabete, l'ipertensione, la depressione, l'ansia, l'infiammazione cronica e il dolore, il cancro e le malattie cardiache. Le persone in tutto il mondo hanno disperatamente bisogno di ulteriori ricerche e seguiti circa il potenziale positivo che il CBD può offrire.

L'asma e i suoi effetti sul corpo umano

L'asma è un disturbo respiratorio cronico che ostacola la respirazione. Questa malattia respiratoria colpisce circa 300 milioni di persone in tutto il mondo. Sebbene l'asma non venga considerata una malattia debilitante, è stata la causa di 250.000 decessi nel 2011. Poiché non esiste una cura per l'asma, un controllo appropriato della malattia può aiutare a ridurre i sintomi.

Poiché l'asma comprende l'infiammazione delle vie aeree, si traduce in un restringimento di queste ultime che portano ossigeno ai polmoni. L'asma può avere effetti negativi sul corpo umano rendendo difficile la respirazione. Quando una persona normale respira, la fascia muscolare si rilassa e l'aria si sposta facilmente per in tutto corpo, mentre una persona affetta da asma ha tubi bronchiali rossi e gonfi e ha le vie aree infiammate, causa della quale fattori ambientali come freddo, polvere, fumi possono rendere la fascia muscolare più stretta intorno alle vie aeree con conseguente mancanza di respiro e affanno nella persona affetta da asma.

Poiché l'asma non ha una cura, ma è controllabile, sono disponibili numerose opzioni di trattamento per controllare l'asma e il CBD è uno di questi. Poiché la cannabis o il CBD sono rinomati per le loro proprietà antinfiammatorie, vari studi hanno dimostrato che può essere utile in pazienti che soffrono di asma.

Il CBD per l'asma

Esistono diverse ragioni per cui si dovrebbe usare il CBD se si soffre di asma.

  1. Il CBD è un broncodilatatore:

    È stato dimostrato in precedenti ricerche condotte negli anni '70 che il THC presente nella cannabis ha un effetto broncodilatatore. Uno studio del 1973 di Vachon ha rivelato che il THC contenuto nella cannabis può dilatare le vie respiratorie e inibire la broncocostrizione, che è il problema principale dei pazienti con asma.

    Un'altra ricerca pubblicata sul Journal of Pharmacology and Experimental Therapeutics ha dimostrato che il CBD protegge i polmoni. La ricerca è stata condotta su cavie, e tutti i cannabinoidi compresi il CBD, THC, CBN, CBG, CBG, CBC, CDA e THC-V sono stati analizzati a fondo. È stato scoperto che i cannabinoidi THC e THC-V sono gli unici a prevenire la broncocostrizione.

    Quando un paziente viene colpito dall'asma, i bronchioli si restringono e il flusso di ossigeno viene limitato. Il CBD, se assunto per via orale o per inalazione, apre i bronchioli e dilata le vie respiratorie rendendo più facile la respirazione.

  2. Il CBD è un antinfiammatorio:

    L'asma è un disturbo infiammatorio cronico che colpisce le vie respiratorie del polmone. I pazienti con asma soffrono di un'infiammazione di basso livello e persistente dei bronchi e dei bronchioli anche quando l'asma non è attiva. Durante un attacco, questa infiammazione aumenta con conseguente costrizione causata da contrazioni muscolari nel tessuto dei bronchi. I polmoni di un paziente asmatico si restringono temporaneamente con conseguente difficoltà di respirazione.

    Poiché i cannabinoidi si trovano nei tessuti dei polmoni umani e giocano un ruolo cruciale nella regolazione delle infiammazioni, della contrazione e della dilatazione dei muscoli e di vari processi metabolici, il CBD possiede proprietà antinfiammatorie interagendo con i cannabinoidi presenti nel corpo umano. Secondo uno studio di Mediators of Inflammation, il CBD presenta potenti risposte immunosoppressive e antinfiammatorie. Il CBD fornisce risposte infiammatorie estese nell'organismo, grazie alle quali il trattamento dell'asma è possibile.

  3. Il CBD è antispasmodico:

    Uno studio pubblicato nel 2014 ha dimostrato che alcuni recettori del CBD così come del THC portano a spasmi muscolari ridotti. Gli spasmi muscolari o broncospasmi sono una condizione che i pazienti asmatici devono affrontare. Il broncospasmo provoca contrazione e costrizione dei muscoli nei polmoni. I bronchi o bronchioli sono costituiti da muscoli lisci, che durante un attacco d'asma si contraggono, si restringono e si infiammano portando alla scarsità del respiro e alla rarefazione delle vie respiratorie. Secondo la dottoressa Jessica Knox, due componenti che sono il CBD e l'alfa-penina che si trovano nei ceppi di cannabis hanno un effetto di sollievo dagli spasmi muscolari.

Come utilizzare il CBD:

Sebbene uno studio del 1970 abbia dimostrato che fumare cannabis può dilatare le vie respiratorie e avere effetti positivi sui polmoni rispetto al fumo di tabacco, ma la gente è comunque restia a fumare cannabis. Tuttavia la maggior parte dei trattamenti per l'asma implica l'uso di inalatori, è un'alternativa migliore ai vaporizzatori di CBD. Il CBD vaporizzato fornisce al corpo il massimo contenuto di CBD che aiuta a combattere gli attacchi di asma. Quando l'olio CBD viene vaporizzato fornisce la massima concentrazione. Vaporizzare l'olio di CBD inoltre non ha effetti negativi sulla gola o sui polmoni di una persona.

Il dottor Dustin Sulak, medico e specialista in cannabis, ha dichiarato che il 90% delle persone affette da asma può effettuare un'unica vaporizzazione per inalazione. Se eseguita correttamente, allora le persone saranno in grado di respirare più a fondo, espandendo i polmoni e diminuendo la restrizione. Durante un attacco d'asma, la vaporizzazione o una tintura di CBD è l'ideale perché fornirà risultati immediati senza irritare il sistema. Tuttavia, se la vaporizzazione del CBD comporta la comparsa di tosse o il peggioramento dei sintomi, il Dr. Sulak suggerisce di utilizzare una forma commestibile di CBD. Ma gli oli commestibili di CBD non sono affidabili in caso di un attacco.

Conclusioni sul CBD per l'asma

Concludendo, l'olio di CBD o il CBD vaporizzato può portare numerosi benefici ai malati di asma. Un dosaggio giornaliero di CBD è indispensabile per ottenere un rimedio di base nel sistema umano per tenere sotto controllo l'asma più facilmente. I pazienti che soffrono di asma possono usare il CBD per migliorare le loro funzioni generali del corpo, soprattutto i polmoni. Poiché gli studi rivelano che il CBD può essere un fattore regolatore dell'asma, molti pazienti in tutto il mondo usano il CBD per controllare gli effetti dell'asma. Anche se l'asma non uccide una persona, i sintomi che un paziente asmatico affronta sono molto gravi, e a volte possono anche portare alla morte. Una corretta gestione di una malattia cronica come l'asma è necessaria per evitare il peggioramento dei sintomi.

Questo articolo è stato scritto da un autore indipendente e di terze parti specializzato nella ricerca su CBD, canapa e cannabis. Qualsiasi opinione, consiglio o raccomandazione espressa nell'articolo non riflette l'opinione di Formula Swiss AG o dei nostri dipendenti. Non facciamo alcuna affermazione su nessuno dei nostri prodotti e rimandiamo al nostro disclaimer per ulteriori informazioni.

41 19, Lunedì

Leggi di più

Join our our newsletter to get a free welcome gift